Riserva Naturale Torre Guaceto

Tra l’Ilva di Taranto e la Centrale a carbone ENEL di Brindisi ormai ai salentini è venuto il respiro timido. Dio benedica allora le riserve naturali come quella di Torre Guaceto, che restituisce un po’ di aria pulita e anche un pizzico di vanto ai brindisini. 1200 ettari di orgoglio ecologista, forte di un’alta biodiversità e una grande varietà di paesaggi, tra cui la macchia, le paludi, le dune di sabbia e le suggestive spiagge, che richiamano ormai tanti turisti. Non sperate ovviamente di trovare l’ombrellone, la doccia, la sdraio, i gelati, la musica house. L’unica concessione alla comodità è un trenino che vi porta dal parcheggio fino al mare. Ma siamo in una riserva naturale, dovreste andarci a piedi e anche nudi.