Cava di Bauxite
Otranto (LE)
S.P. Otranto-Santa Cesarea Terme
Otranto (LE)
Da Vedere

È molto probabile che Marte abbia un aspetto simile. Dismessa nel 1976 la cava in questione è oggi uno dei luoghi più incredibili e naturalmente folli, anzi spaziali, in cui potete incappare. Il colore rosso acceso della terra dal minerale ferroso in contrasto col verde circostante e il mare a pochi passi è uno di quei motivi per cui ringraziare Iddio, se non siete daltonici. Sul fondo della cava, in una sorta di cratere, a causa della presenza di una sottile falda freatica si è creato un piccolo laghetto di circa 100 metri di diametro e pochi metri di profondità. La presenza della bauxite conferisce un caratteristico colore, creando un’atmosfera fuori dal comune. E fuori dal comune, se non volete perdervi, vi toccherà chiedere informazioni prima che sia notte e arrivino gli alieni. Si raggiunge attraverso stretti sentieri che conducono verso la Torre del Serpe.

info: appena usciti da Otranto, sulla strada provinciale che porta a Santa Cesarea Terme, aprite gli occhi e imboccate una strada con l’indicazione “sub diving”

foto di Alberto Dati