Baia dei Turchi
Otranto (LE)
S.P. 366 (Località Alimini)
Otranto (LE)
Mare

Dove ora prendono il sole in centinaia (a volte davvero troppi) nel XV secolo sbarcarono migliaia di turchi male intenzionati. Il loro scopo era impossessarsi della città di Otranto e convertire la popolazione all’islamismo con le cattive. La cosa non andò a genio agli idruntini e furono circa 800 a morire per protesta (le loro ossa sono nelle teche della Basilica dei Martiri). Preceduta da un’area di fitta macchia mediterranea che si attraversa a piedi o con una navetta, appartiene all’Oasi protetta dei Laghi Alimini, uno degli ecosistemi più importanti del Salento e della Puglia. Qualche “cannone” si trova ancora, ma nonostante i racchettoni la spiaggia è oggi un luogo sicuro.