A Galatina lo spazio espositivo dedicato a Tonino Baldari curato da Gianle Lametà

A Galatina lo spazio espositivo dedicato a Tonino Baldari curato da Gianle Lametà

Si inaugura il 9 novembre prossimo, presso Arci Eutopia a Galatina, in via Montecassino 14, una nuova stagione di cicli espositivi della Galleria Tonino Baldari, a cura di Gianle Lametà, artista ed illustratore salentino.

Il nome della Galleria è un tributo alla memoria di Tonino Baldari, scomparso appena due anni fa. “Artivista”, altrimenti detto, nella sintesi esatta del suo operato tra la scultura e l’attivismo ambientalista.

In continuità con lo spirito di libertà e creatività, lo spazio espositivo, pone al centro della sua indagine l’arte in quanto tale, organizzando mostre a cadenza mensile.

L’arte protagonista, univoca e unilaterale. “NO PRESENTAZIONI-NO STUZZICHINI-NO PROSECCO E BICCHIERINI DI PLASTICA… La protagonista è una sola e sola una lo sarà ogni mese, ovvero l’ARTE stessa […]” Una presentazione, o meglio un invito a partecipare numerosi, senza fronzoli, diretta ed esplicita. Al bando narcisismi formali da curatori in cerca di scena, autoreferenzialità o virtuosismi di genere. Arte visiva, pura e netta.

In occasione dell’imminente prima mostra personale, che ospiterà Meating dell’artista Veronica La Greca, visitabile dal 9 novembre fino al 5 Dicembre 2018, abbiamo voluto sapere qualcosa in più in merito all’attività della Galleria, colloquiando direttamente con il suo curatore, Gianle Lametà.

gianle lametà illustrazioni mostre salento

Artista eclettico anche tu, illustratore che spazia dall’ampiezza di opere “parietali” e murarie, alla produzione di stampe su carta. Oggi ti troviamo nelle vesti di curatore. E’ la tua prima esperienza come tale? Se sì, cosa ti ha portato su questa strada?

Si è la mia prima esperienza in questi vesti e spero di divertirmi molto, se dovesse mancare la felicità di farlo mi tirerei subito indietro, questa non vuole essere una “galleria d’arte” convenzionale e, se dovesse mancare l’energia positiva per far muovere gli ingranaggi, non avrebbe alcun senso per me proseguire, ne risentirebbe tutto. Faccio questo perché è già qualche anno che collaboro con i ragazzi dell’ARCI “Eutopia” e grazie alla loro volontà che ho avuto lo spazio necessario per poter intraprendere questa nuova avventura, spero di esserne all’altezza.

Quale deve essere, secondo te, il compito del curatore? Intendo, cosa realmente permette che si concretizzi il famoso “prendersi cura di…” al punto da differenziarsi da un organizzatore di eventi o da un semplice talent scout?

Si tratta di empatia, ho bisogno di conoscere l’artista quanto basta per metterlo a suo agio all’interno della sua esposizione. Bisogna soddisfare prima di tutto le sue necessità e poi viene tutto il resto. È come costruire una casa, se prima non fai le fondamenta come pretendi di avere una casa stabile?

Senza anticipare o “spoilerare” troppo, la rete di artisti che inviterai nella stagione 2018/2019, attinge solo da circuiti locali o, chiama ad intervenire anche personalità esterne?

Ci saranno artisti provenienti da Lecce, Roma, Milano, Ferrara, Pavia, Berlino e si suddivideranno tra illustratori, streetartist, pittori, tatuatori alcuni di loro impegnati in live performance (pittura e musica), poi forse ho detto fin troppo, sicuramente, come dicevo po’canzi, sarà una galleria non convenzionale che darà la possibilità di poter apprezzare e conoscere artisti che in zona potrebbero non essere mai visti.

Spiegaci brevemente come si articolerà un’esposizione tipo.

Ogni artista ha la peculiarità di avere uno stile ben definito e riconoscibile, ovviamente è stato scelto in base ai miei personali gusti e alla stima che provo nei loro confronti, in base a questo ognuno di loro ha bisogno di spazi e attenzioni differenti e se ne sarò capace, saprò accontentare sia loro, che sono i protagonisti, sia il visitatore che verrà a vedere l’esposizione.

Intanto rinnoviamo l’invito a partecipare all’apertura della mostra Meating di Veronica La Greca, con djset a cura di Platform Walrus, il 9 Novembre presso La Galleria Tonino Baldari in via Montecassino 14, ore  21,00.

Lara Gigante