Le luminarie di Mimmo Paladino sul Castello di Gallipoli

Le luminarie di Mimmo Paladino sul Castello di Gallipoli

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

“Maschere mute e segni archetipici, segno e materia, buio che diventa luce”: il conto alla rovescia per il Concertone della Notte della Taranta di Melpignano parte anche da Gallipoli grazie all’opera di Mimmo Paladino. Era il 25 agosto 2012 e l’antica arte delle luminarie incontrava l’immaginazione del maestro della transavanguardia, illuminando il palco del Concertone della quindicesima edizione di una delle più significative manifestazioni sulla cultura popolare in Europa. A sei anni di distanza quel grande fondale di elettricità colorata, realizzato con il maestro delle luminarie Lucio Mariano, riprende vita sul Castello di Gallipoli grazie alla collaborazione tra l’Agenzia di Comunicazione Orione, che dal 2014 gestisce l’antico maniero con la direzione generale di Luigi Orione Amato e la direzione artistica dell’architetto Raffaela Zizzari,  i comuni di Melpignano e Gallipoli, la Fondazione La Notte della Taranta e la manifestazione Puglia Golosa, accendendosi ogni sera in attesa del Concertone di sabato 25 agosto diretto dalla maestra concertatrice Andrea Mirò.

L’opera d’arte rievoca immagini di popoli di etnie diverse riunite in un unico grande spazio. Un’opera che lo stesso maestro Paladino, uno tra i maggiori rappresentanti della Transavanguardia, movimento artistico che cerca saldi legami con la tradizione storica, riproponendo il passato con un linguaggio figurativo neo-espressionista, ha voluto fosse fatta con le luminarie della tradizione salentina legando l’opera stessa al Salento. A dimostrazione di quanto l’arte sappia accompagnarci e “fare luce”, attraversando il tempo e lo spazio rinnovandoli costantemente, il progetto di ‘rivitalizzazione’ della grande opera di Paladino travalica i confini territoriali: dal cuore di Melpignano, con l’energia contemporanea di 5mila lampade a tecnologia LED, la sapienza artigiana delle luminarie e il segno immaginifico di un grande artista, approda al Castello di Gallipoli.

Mimmo Paladino - Gallipoli 3 Mimmo Paladino - Gallipoli