I racconti di Laurenji Bloom: un, due, tre, prova

I racconti di Laurenji Bloom: un, due, tre, prova

È di nuovo estate: il gelato, i vestiti leggeri, i party con gli amici, il mare, la prova costume.

La fine dell’estate scorsa, come a ogni fine estate del resto, avevo pronunciato la solita frase fatidica “ho tutto l’inverno per rimettermi in forma e la prossima estate sarò Miss spiaggia salentina!”.

laurenji bloom

Nella realtà, invece: gli aperitivi con gli amici, la pizza del giovedì, il sushi del martedì, la birra del mercoledì e la nutella a colazione (l’inverno, si sa, bisogna mangiare sostanzioso per scaldarsi, no?)

laurenji bloom

Passano i mesi e arriva Natale e con esso quell’euforia che contraddistingue tutte le festività, che, peraltro, di anno in anno, iniziano sempre prima. Era ottobre, lo scorso anno, quando la gente girava ancora con i sandali, quando nelle vetrine dei negozi si intravedevano i primi allestimenti natalizi. Ma torniamo all’euforia natalizia. Auguri di qua, auguri di là, cena per salutare i colleghi – perché anche se sei precario e per questo avrai solo tre giorni di ferie, vuoi non salutare i tuoi colleghi che non vedrai per tutto quel tempo? – cene con gli amici che arrivano da lontano e, infine, i più letali: i pranzi con i parenti. Ah! Dimenticavo, nel frattempo le cene periodiche infrasettimanali con gli amici continuano (vedi sopra).

laurenji bloom estate salento

“A gennaio dieta!” avevo detto a dicembre. Poi, però, arriva Capodanno e si fa il veglione con gli amici, di quelli in cui ognuno porta una cosa, che poi gli invitati diventano una cinquantina e tutti portano almeno una teglia di lasagna, una pasta sfoglia ripiena e un dolce a testa, perché “non si sa mai”. E poi c’è il primo gennaio e vuoi non fare il pranzo con i parenti, anche se sei andato a letto alle 6 del mattino e hai mangiato l’ultimo pezzo di lasagna alle 5? Che poi le cose avanzano lo stesso, quindi si organizza la “cena degli avanzi”, dove però, alla fine, non sai mai se gli avanzi basteranno per tutti e quindi, per scrupolo, si cucina qualcosa in più, che automaticamente ti porterai dietro fino a febbraio.

laurenji bloom estate in Salento 2018

Inutile dire che dopo Capodanno è il momento dell’Epifania e i tuoi genitori, anche se ormai hai l’età della pensione – che peraltro non vedrai mai – ti regalano la calza con i dolci.

Arriva febbraio e inizi finalmente la dieta, nonostante le cene periodiche con gli amici continuino (vedi sempre sopra).

Non fai in tempo a perdere quel mezz’etto, che di lì a breve è già Pasqua ed è tempo di uova di cioccolato, mentre ancora conservi i tre panettoni avanzati da Natale, che nonostante tutti sanno bene che a te non piacciono né uvetta, né canditi, continuano imperterriti a regalarti.

Poi arriva la primavera con i suoi sbalzi temporali e umorali tuoi, e si passa dai 25 ai 10 gradi in meno di un’ora, nemmeno fossimo a Londra. E allora ti copri, poi bevi del tè coi biscotti per scaldarti, poi torna il caldo, ti scopri e ti vien voglia di gelato (e ti ammali, ma questa è un’altra storia). Intanto, le cene con gli amici continuano (sempre come sopra).

laurenji bloom estate urka

E in men che non si dica è di nuovo estate e ancora una volta ti tocca accettare il fatto che, anche quest’anno, lo scettro di “miss spiaggia salentina” lo vincerà qualcun’altra.  

Ma non ti rassegni e pensi che potresti lanciare una nuova moda, andando in spiaggia con indosso delle lenzuola firmate come Adam e Barbara in BeetleJuice.

laurenjibloom

Quando poi tutti ti dicono che l’idea delle lenzuola è tutt’altro che geniale, sebbene tu ci credevi fermamente, allora a quel punto è giunto il momento di guardare in faccia la realtà e di comprarti un costume da bagno. Visiti qualche sito on line per aggiornarti sulle nuove tendenze mare, sperando che vada di moda il burqa, magari con qualche pattern estivo, che so, delle angurie, ad esempio.

Il burqa, però, non va di moda, così dai un’occhiata a dei modelli di costume che potrebbero starti bene: troppo sgambato, troppi lacci, troppo scollato, troppo perizoma, troppo costume.

laurenji bloom prova costume estate in Salento

Dopo ore e ore estenuanti di ricerca del costume perfetto senza risultato, sapete che vi dico? Al diavolo la prova costume e il titolo di Miss spiaggia salentina! Io me ne vado al mare a testa alta e a pancia un po’ meno piatta, ma non mi importa! Anzi, mi metto pure in topless!

laurenji bloom in topless

Laurenji Bloom