Quando c’era Lvi: il fumetto antifascista
19 mag
sabato
Nardò (LE)
19:00
GRATIS
Via Giosuè Carducci, 34
Nardò (LE)

Quando c’era Lvi: il fumetto antifascista

La satira politica approda a Nardò per rompere il tabù del Duce proprio nella città che ha mostrato una particolare rinascita neofascista. Questo sabato LaFabbrica8 ospita la presentazione di Quando c’era Lvi con ospite uno degli autori: il grafico e fumettista Stefano Antonucci. L’incontro, voluto dall’associazione Nardò Bene Comune, è  un pretesto per toccare temi di attualità nazionale, dal razzismo al dibattito sui diritti, ma anche locale.

Qvando c’era lvi ha come protagonista Mussolini, ma in realtà parla di politica attuale: un fumetto adulto con una satira che non fa sconti a nessuno. Il titolo evocativo della miniserie satirica di Stefano Antonucci e Daniele Fabbri va a colpire un tabù ancora irrisolto per l’Italia, a destra ma anche a sinistra. Nel primo di quattro capitoli, un gruppo di nostalgici, con l’aiuto di un ex ufficiale nazista esperto di genetica, riporta in vita Benito Mussolini per affidargli di nuovo le sorti dell’Italia. Qualcosa però va storto: il Dvce è tornato, ma non è più lo stesso.

La Shockdom è tra le pochissime case editrici in Italia che dà spazio alla satira adulta in un Paese restio ad affrontare in modo ironico i suoi tabù irrisolti. Ha pubblicato altre due serie di fumetti della vincente coppia Antonucci/Fabbri sulla satira religiosa: “Gesù, la Trilogia” e “V for Vangelo”. Di questi e di molto altro si parlerà durante la presentazione di sabato 19 maggio a Nardò. Dialogano con l’autore il giornalista Biagio Valerio, appassionato di comics, e Marialucia Rocca di Nardò Bene Comune.

ATTENZIONE! L’evento è stato spostato presso il centro studi “Giorgio Casalino”, in via Fratelli Gaballone 18, a Nardò.