10 pezzi per l’estate 2018 buoni al tramonto o a notte fonda

10 pezzi per l’estate 2018 buoni al tramonto o a notte fonda

Il momento dei dj set al mare è arrivato e sappiamo già che saremo coperti dai classici brani della canzone italiana. Non ce ne fanno mancare nemmeno uno. Perciò abbiamo pensato di fare un gesto ribelle e mettere insieme una nostra selezione di pezzi ultranuovi e tutti anglofoni! Ok, tutti tranne uno. Musica che ci piacerebbe ascoltare durante gli aperitivi al tramonto o, perché no, a notte fonda, per conciliarci con il mare e la volta stellata.

Cominciamo con una bella scoperta del momento, Yuno, Personaggio dalle radici caraibiche che sembra un discepolo di Panda Bear. Facesse tutti pezzi come questo potrebbe anche colpire le orecchie più delicate della massive salentina.

Altra scoperta leggermente meno fresca, ma comunque freschissima per contenuto, questo sghembo ottetto inglese con una giappo-lolita alla voce.

Questi sono completamente sconosciuti.

Ci sono rumours sull’arrivo di una nuova stagione dell’indie rock, da tanti sempre atteso. Snail Mail di casa Matador sarebbero uno di questi indizi. Non molto estivo, per la verità.

Uno dei gruppi più belli dell’ultimo lustro è tornato. Il ritornello è sommesso ma entra in testa.

Il grande alfiere della black music di fine anni ’10, Kamasi Washington, ha da poco sfornato il suo secondo, morriconiano, album.

Questo pezzo dei Crumb ci rispedisce nel postmodern pop anni ’90, ma loro fanno parte di una nidiata di ultimissima generazione.

Mild High Club starebbero bene in qualsiasi aperitivo al tramonto con la loro mousse di sunshine, o meglio, sunset pop. Peccato ancora non li conosca ancora nessuno!

Tocco vellutato anche quello dei Khruangbin, trio strumentale texano fulminato, per loro ammissione, da Tarantino.

Chiudiamo la nostra selezione con l’unico brano italiano del mazzo. Va bene, lo abbiamo scelto perché l’artista è salentina, ma non è una chiusura perfetta?

FV

Immagine copertina da “El Sabatone”